Tuesday, 02 August 2016 00:00

La giovinezza Featured

(1 Vote)

Overview

La giovinezza (2015) di Paolo Sorrentino, con Michael Caine, Harvey Keitel, Rachel Weisz, Paul Dano, Mark Kozelek, Jane Fonda, Paloma Faith

La giovinezza è un film leggero e profondo al tempo stesso, poetico e cinico, un miscuglio di sensazioni contrastanti in cerca di libertà.

Non era facile per Paolo Sorrentino ripresentarsi al pubblico dopo l'Oscar ottenuto con La grande bellezza, non solo per le grandi attese del pubblico e della critica, ma anche perché un regista che raggiunge un traguardo così importante sente il bisogno di raccogliere le proprie idee per trovare una storia che non gli faccia rimpiangere quella precedente. Sorrentino non si è fatto attendere, si è messo subito al lavoro e dopo un paio d'anni ha tirato fuori, con La giovinezza, un'altra prova convincente. Si sente fin da subito il desiderio e la necessità di allontanarsi dalle precedenti opere, è così che Sorrentino gira il suo secondo film in inglese, il primo era This Must Be the Place, uscito nel 2011. Un approccio diverso non ha tuttavia cambiato l'attenzione alle immagini, alle riprese, ai ritmi di una storia che, a volte, sembra arrotolarsi su se stessa, per poi prendere improvvisamente il volo. Sorrentino è rimasto se stesso pur cambiando, in fondo tutti i suoi film, tutte le storie da lui raccontate hanno qualcosa di originale, quel che rimane uguale è il tocco, quel modo apparentemente distaccato con cui la camera segue i protagonisti, come se nulla si potesse fare per loro, solamente spiare le loro vie già solcate. La giovinezza è un film più asciutto rispetto a La grande bellezza, meno ridondante, ma non credo sia giusto cadere nel classico tranello di fare un pur lecito paragone tra questi due film, Si tratta di due cose tra loro separate, i personaggi sono anche in questo caso avvolti dal mistero, sono anche questa volta malinconici e incredibilmente attorcigliati nelle loro vite, tuttavia il contorno che li racchiude ed il palcoscenico che li ospita è assolutamente diverso. Accade un po' come nella vita, tutto sembra passare alla ricerca di un perché che non arriva, così i personaggi sono alla disperata ricerca del senso da dare al loro passato. La giovinezza porta in scena la vecchiaia, ma già il titolo ci fa capire che la ricerca dei protagonisti affonda le radici nel proprio passato, un passato lontano passato troppo in fretta, un passato che vorrebbe essere riproposto, o forse dimenticato per sempre. I due anziani protagonisti vanno avanti a tentoni, tra luci ed ombre, tra arte e vita, tra realtà ed immaginazione, deformati dalle loro stesse passioni, dai loro sentimenti che si infrangono nella realtà e si confondono nell'arte: da una parte la musica di Fred, compositore e direttore d'orchestra, dall'altra nei film di Mick, regista che è ancora alla ricerca del suo film capolavoro, prima di lasciare per sempre arte e vita. Le vite di questi due anziani vengono rivelate a poco a poco, con magica lentezza, per poter permettere allo spettatore di rivivere le loro paure, i loro drammi, la loro giovinezza svanita, forse, troppo in fretta.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Find a Movie

    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    (1 - 5 Stars)

Calendar

« October 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31