Saturday, 10 December 2016 23:06

Sotto falso nome Featured

(0 votes)

Overview

Sotto falso nome (2004 - 102') di Roberto Andò con Daniel Auteil, Greta Scacchi, Giorgio Lupano, Anna Mouglais, Michael Lonsdale, Marcello Cocchi.

Sotto falso nome è un film che ha un respiro ed un’atmosfera europei. Ciò lo si potrebbe dire non soltanto perché si tratta di una coproduzione italo-svizzera ma anche perché la trama stessa è un intreccio di personaggi e luoghi diversi, vi sono interpreti internazionali e si sente un certo gusto cosmopolita, non a caso si tratta di un film che è stato venduto in ben 15 paesi.


Il regista, Roberto Andò, nato a Palermo nel 1959, non è ancora molto conosciuto, questo film è la sua seconda regia. Il suo primo film uscì nel 2000 ed aveva per titolo Il manoscritto del principe, riprendeva la storia di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, autore del Gattopardo. Del film Sotto falso nome è stata fatta una proiezione speciale al Festival di Cannes nel 2004, quel che possiamo notare, cercando un filo conduttore tra questo ed il suo primo film, è che la scrittura, la letteratura sono, in entrambi, al centro della storia. La letteratura diventa forma di vita, è una spiegazione stessa della vita, racconta quel che la vita non sa raccontare. Tramite la scrittura l’autore ha la possibilità di rivelarsi e di nascondersi. Non a caso il protagonista di Sotto falso nome è uno scrittore di grande successo che scrive, appunto, sotto un nome falso, si nasconde dietro uno pseudonimo e, da lì, cominciano i segreti, le ambiguità, i dolori. Il libro si confonde con la vita, quella vita dietro la quale, spesso, l’uomo stesso sparisce, protetto dalla falsità di una convenzione. Ma chi si nasconde sotto quel falso nome? L’idea, secondo quanto dice il regista, è nata dopo aver rivisitato alcuni appunti che egli stesso aveva scritto quando aveva 16 anni, il film che ne esce fuori è un film drammatico dai toni molto accesi, un film che sa tenere alta la tensione, un film dalla drammaticità allusiva che alcuni hanno definito un thriller ma che, in verità, sembra da un lato qualcosa di più, dall’altro qualcosa di meno rispetto ad un thriller tradizionale.

Un’ultima considerazione riguarda il modo molto curato con cui il regista ha costruito i suoi personaggi, è come se li avesse disegnati con precisione, cosa che possiamo notare anche per l’esposizione dei fatti. Si notino inoltre il gioco di sguardi tra i personaggi, i silenzi, i momenti in cui la voce è sostituita, ad esempio, dal rumore di una fitta pioggia e, non ultime, le musiche di Einaudi che, talvolta, riempiono di significato i silenzi stessi.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Find a Movie

    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    (1 - 5 Stars)

Calendar

« October 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31